Una finestra verso il sole: musica persiana e azari 11/20/10

Milano Domenica 28 novembre 2010 ore 18.00 Teatro San Fedele Una finestra verso il sole Musica persiana e azari Per la prima volta insieme i musicisti del celebre Dastan Ensemble,...


Milano Domenica 28 novembre 2010 ore 18.00 Teatro San Fedele Una finestra verso il sole Musica persiana e azari Per la prima volta insieme i musicisti del celebre Dastan Ensemble, Hamid Motebassem (Setar) e Pejman Hadadi (Percussioni) con il virtuoso dell’ Azerbaigian, Imamyar Hasanov (Kamanche). Con questa collaborazione, gli artisti esplorano le sorprendenti analogie e variazioni delle tradizioni musicali dell’Iran e dell’Azerbaigian, coniugando i due stili in un’unica musica, che pur rifacendosi alla tradizione, è innovativa. Gli artisti hanno scelto, per questo concerto, un repertorio di sola musica strumentale, per sottolinearne la forza e la bellezza, e suscitare negli ascoltatori una grande ricchezza di sentimenti, dalla calma meditativa all’estasi, accompagnandoli in un viaggio verso l’ignoto, in cui le menti giungono alla quiete e i cuori spiccano il volo. “Il nostro obiettivo”, dice Pejman Hadadi “è quello di creare un dialogo che apra una finestra tra il nostro cuore e il cuore degli ascoltatori, in modo da venire in contatto con l’Unico Cuore.” Nell’attuale periodo di difficoltà e sconvolgimenti, “una notte oscura dell’anima”, i musicisti con Una finestra verso il sole vogliono sottolineare il potere della musica di ispirare la speranza, chiamando le persone a vivere fino in fondo i propri ideali e agire sulla base di valori universali. Con la forza della bellezza e del sublime, la musica ci ricorda che la natura umana è capace di grandi opere attraverso l’impegno, l’attenzione, la fiducia e l’amore e ci indica la strada verso la rinascita, dalle tenebre alla Luce, verso il Sole.

Siti web: http://www.pejmanhadadi.com

http://www.motebassem.com

http://www.kamancha.com

Hamid Motebassem, nato a Mashhad (Iran) vive in Olanda. Ha studiato alla Scuola d’Arte e al Conservatorio di Teheran. Virtuoso di Setar e Tar e celebre compositore, le sue composizioni sono presenti in innumerevoli album di musica compresi alcuni degli album premiati del Dastan Esemble, uno dei gruppi più all’avanguardia, di cui è anche co-fondatore. Ha composto e presentato nell’estate del 2010 Simorq, che ha riscosso un enorme successo a Teheran.

Pejman Hadadi, nato a Teheran, è conosciuto in tutto il mondo come uno dei percussionisti iraniani più innovativi. Ha ricevuto due volte il premio “Master Musician Award” della prestigiosa Fondazione Durfee; è membro fondatore dell’acclamato ensemble di percussioni Zarbang; fa parte del Dastan Ensemble. Residente a Los Angeles, ha suonato con i più celebri musicisti persiani, tra cui Shahram Nazeri, Kayhan Kalhor e Hossein Alizadeh.

Imamyar Hasanov, nato a Baku, vive nell’area di Washington. Ha iniziato giovanissimo come solista di kamanche con l’Orchestra Nazionale dell’Azerbaigian. Si è laureato in musica al Conservatorio Statale dell’Azerbaigian. Pluripremiato, suona sia musica tradizionale azera e medio- orientale che musica classica occidentale.


You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

close comment popup

Leave A Reply